L’Italia è un paese conosciuto in tutto il mondo e ogni anno visitato in lungo e in largo: offre qualunque tipo di attrazione, dal lato artistico, storico, culturale e architettonico, a quello naturalistico, con un clima molto mite e dei luoghi paradisiaci sia al mare che in montagna.

Se si vuole apprezzare appieno uno o più di questi aspetti, bisogna alloggiare comodamente scegliendo con attenzione. Per evitare stravaganze come questa, abbiamo preparato una guida per voi.

L’aspetto economico ma non solo

Laspetto economico ma non solo - Gli alloggi in Italia

Ovviamente la prima cosa da considerare quando si decide di organizzare una vacanza, è il lato economico. Ciò non deve farvi pensare che la soluzione meno costosa sia sempre la più conveniente, anzi; quello a cui dovete puntare è un equilibrio tra costi e servizi, fondamentale per potervi godere il vostro viaggio.

Dalle nostre analisi, risulta che attualmente il costo medio ritenuto accettabile per pernottare in una camera matrimoniale è di 100 euro. Come già detto, questo prezzo tiene conto della posizione degli alberghi, che nelle grandi città non può prescindere dall’essere vicina al centro storico, alle principali attrazioni turistiche o ai punti di snodo delle linee di trasporto urbano (bus, metropolitana, tram ma anche noleggio di biciclette comunali e monopattini).

Gli altri servizi da considerare

Gli altri servizi da considerare - Gli alloggi in Italia

Dopo aver valutato l’aspetto economico, non slegato dalla location dell’albergo, occorre soffermarsi sui servizi offerti: è importante che il vostro alloggio sia confortevole sotto ogni punto di vista, nessuno può rinunciare a determinati comfort, tanto da considerarli ormai scontati (è il caso della connessione wi-fi ad esempio). Quindi sì al condizionatore in camera, sì alla eventuale presenza di una piscina se vi trovate in vacanza d’estate in una città non costiera, sì anche ad eventuali spazi dedicati al co-working soprattutto se lavorate al PC; ovviamente sì alla ristorazione tipica, da preferire sempre rispetto a quella generica che non può competere.